Inquinamento elettrico

Loading

"Inquinamento elettrico"

Inquinamento elettrico


L'inquinamento elettrico è dato da un'alterazione del valore del campo elettromagnetico naturale in una data porzione di spazio. Noi siamo immersi in campi elettromagnetici, difatti qualsiasi apparecchio o conduttore elettrico, dal frigorifero al cellulare, genera un campo elettromagnetico. Anche lo stesso corpo umano e la stessa terra, irradiano campi elettromagnetici,formando quel fondo elettromagnetico naturale che ha permesso lo sviluppo degli organismi viventi. A questa fondo naturale, con lo sviluppo della tecnologia, si sono aggiunti i molti campi elettromagnetici generati dalle attività dell’uomo. Il campo elettromagnetico è dato dall’interazione tra un campo elettrico ed un campo magnetico, è cioè un’entità fisica in cui interagiscono le cariche elettriche, e che si propaga con onde elettromagnetiche, di frequenza diversa, che viene espressa in Hertz. Tali onde elettromagnetiche possono originare radiazioni ionizzanti e radiazioni non ionizzanti. Le onde elettromagnetiche ionizzanti hanno un’energia capace di modificare irreversibilmente la materia che incontrano sul loro cammino, capaci anche di modificare la struttura del DNA cellulare. Le onde non ionizzanti, che sono quelle della luce fino alle onde a radiofrequenza, non comportano modificazioni della materia. A tutt’oggi è stato dimostrato scientificamente che l’esposizione nel lungo periodo ad onde elettromagnetiche a radiofrequenza può provocare solo un innalzamento della temperatura e solo in zone di immediata vicinanza di antenne potentissime quali quelle radiotelevisive che generalmente collocate lontane dai centri abitati. Secondo l’OMS non esiste motivo di preoccupazione per l’esposizione a campi elettromagnetici a radiofrequenza di modesta entità. Al contrario, i campi magnetici a bassissima frequenza, chiamati anche ELF, sono capaci di penetrare completamente nell’organismo. Le sorgenti che danno origine a questi campi magnetici sono innumerevoli e vanno dalle apparecchiature domestiche alle apparecchiature presenti in ambienti di lavoro, e negli ambienti medici. L’OSM, l’Organizzazione mondiale per la sanità, non ha ancora dato un parere definitivo sulla loro pericolosità, ma in zone in cui vi è esposizione a lungo termine a campi elettromagnetici ELF tutti concordano che è presente un incremento di alcune patologie tumorali e leucemie infantili. Esiste una normativa che impone limiti all’esposizione alle onde elettromagnetiche sia a livello europeo che a livello nazionale. L’Italia impone limiti estremamente più bassi, rispetto a quelli europei dettati, fino ad oggi, solo della prudenza. Approfondimenti su: Inquinamento elettrico in inquinamento o in energia Ambiente.

Esprimi un giudizio


Media Voti:1.875 su 5


Numero di voti: 4


Per informazioni specifiche chiedi agli esperti del Social Network

Commenti su Inquinamento elettrico