Termovalorizzatori e inceneritori

Loading

"Termovalorizzatori e inceneritori"

Termovalorizzatori e inceneritori


I termovalorizzatori sono impianti industriali preposti alla produzione di energia termica ed elettrica mediante combustione dei rifiuti. Gli inceneritori invece hanno il solo compito di incenerire i rifiuti allo scopo di smaltirli senza proporsi il problema del recupero dell'energia. Le normative europee utilizzano una formula matematica per classificare l'impianto. E con più precisione usa il termine "waste incineration" se l'energia ceduta alla rete degli utilizzatori unito al calore ceduto al un fluido termovettore per il teleriscaldamento si mantiene al di sotto di un determinato valore. Se supera detto valore e quindi l'efficienza energetica raggiunge e supera una prefissata soglia (denominata R1) allora l'impianto può definirsi "energy recovery".

La formula che la commissione europea ha proposto per il calcolo dell'efficienza energetica è la seguente:

Efficienza Energetica=Ep-(Ef-Ei)/0.97 X (Ew+Ef)

Ep = energia annua prodotta sotto forma di energia elettrica o termica.

Ef = alimentazione annua di energia nel sistema con combustibili che contribuiscono alla produzione di vapore (GJ/anno).

Ew = energia annua contenuta nei rifiuti trattati calcolata in base al potere calorifico netto più basso dei rifiuti (GJ/anno).

Ei = energia annua importata , escluse Ew ed Ef.

0.97 è il fattore di correzione corrispondente alle perdite di energia dovute alle ceneri pesanti (scorie) ed all’irraggiamento.

Un processo di incenerimento di un impianto per essere classificato di recupero ( e quindi la macchina termovalorizzatore) e la sua attività come recupero R1 e non semplice smaltimento D1 deve avere valori dell'efficienza energetica pari o superiori a 0,6.

Limiti importanti agli impianti di termovalorizzazione sono imposti:

-Dal basso potere calorifico del combustibile che oscilla dai 1800/2000 kcal/kg dei rifiuti indifferenziati ai 3500/4500 kcal/kg per i rifiuti derivanti da una raccolta differenziata ben gestita.

-Dalla necessità di dover costruire solo impianti di grossa taglia capaci di trattare elevate quantità di rifiuti non inferiori alle 200 tonnellate giornaliere. Tali dimensioni sono imposte dal basso rendimento dell'impianto per la produzione di energia elettrica.

Questa caratteristica unita alla complessità e quindi l'elevato costo dell'apparato rendono economicamente sostenibili solo impianti di grandi dimensioni. Generalmente per aumentarne il rendimento globale si recupera parte del calore che altrimenti andrebbe perso in impianti di cogenerazione che producono insieme all'energia elettrica acqua calda per il teleriscaldamento.

Le grandi dimensioni dei termovalorizzatori provocano  complessi problemi di ordine sociale legati all' accettazione da parte delle comunità dislocate nelle vicinanze degli impianti. Riesce difficile,infatti, fare accettare alle popolazione di sottovento l'idea di dover sopportare inquinamento prodotto dall'altrui spazzatura. Un'alternativa può essere costituita da impianti più piccoli che non utilizzano l' incenerimento diretto dei rifiuti in abbondanza di ossigeno ma invece  processi di pirolisi e gassificazione. Ossia in impianti che non producono calore per diretto incenerimento dei rifiuti ma passano attraverso uno stadio intermedio con produzione di syngas (miscela di idrogeno e monossido di carbonio). Tali impianti usano il syngas, che è un ottimo combustibile, in processi integrati per la produzione di energia elettrica che hanno rendimenti di gran lunga più elevati di quelli dei termovalorizzatori. La qual cosa li rende  flessibili ed economicamente sostenibili anche in taglia ridotta. Le ridotte dimensioni consentono di poter costruire un impianto anche per piccole collettività. La qual cosa rende più semplice l'accettazione dell'apparato da parte di quest'ultima e allo stesso tempo azzera i problemi connessi al trasporto di grandi masse di rifiuti da un luogo all'altro. Ed ancora responsabilizza i cittadini ad un più corretto riuso e riciclo dei rifiuti.

Approfondimenti su: Termovalorizzatori e inceneritori in energia Ambiente.

Esprimi un giudizio


Media Voti:0 su 5


Numero di voti: 0


Per informazioni specifiche chiedi agli esperti del Social Network

Commenti su Termovalorizzatori e inceneritori