Biomassa vegetale

Loading

"Biomassa vegetale"

Biomassa vegetale


La biomassa vegetale è materiale organico proveniente dal regno vegetale normalmente costituita da legno e suoi scarti, ramaglie ed erbe essiccate, sfridi di potatura, sottoprodotti dell'industria agro alimentare, frazione organica dei rifiuti solidi urbani, colture dedicate. Essa costituisce una importante risorsa per l'umanità in quanto è una fonte energetica ed una fonte di materie prime. La biomassa durante la sua crescita con un processo chiamato fotosintesi clorofilliana sintetizza zuccheri partendo dalla CO2 dell'atmosfera e dalla acqua per l'azione dell'energia radiante del sole. Questa energia accumulata nel tronco e le radici della pianta sotto forma di cellulosa può successivamente essere resa disponibile mediante una razione di combustione che genera calore. L'importanza delle biomasse come fonte energetica è data dal fatto che la loro combustione non contribuisce al bilancio dei gas serra immessi in atmosfera. L'anidride carbonica che, infatti, si produce bruciando le biomasse è la stessa che la specie vegetale da cui provengono ha assorbito durante la crescita. Per questo motivo, unito alla caratteristica di riprodursi in tempi ragionevolmente brevi (dell'ordine degli anni) la biomassa può considerarsi una fonte energetica rinnovabile che consente uno sviluppo sostenibile. L'utilizzo delle biomasse vegetali negli ultimi anni è in continuo aumento anche se in Italia se fa ancora un uso contenuto. I benefici derivanti dal loro utilizzo (in special modo se avviene nella zona di produzione) sono notevoli e a quelli di carattere ambientale già accennati bisogna aggiungere:

- L'uso di biomasse vegetali diversifica le fonti energetica e riduce la dipendenza da fonti fossili e dalle importazioni.

- La loro corretta gestione produce nuove opportunità lavorative e ricchezza.

- La gestione delle foreste e la riforestazione consente il recupero di territorio abbandonato e previene dissesti geologici.

Come detto il maggior impiego delle biomasse è come fonte energetica per produrre calore da utilizzare: per il riscaldamento, per produrre energia elettrica. La produzione di calore può avvenire bruciando direttamente le biomasse o trasformandole prima, mediante processi termochimici, in gas di sintesi (miscela di idrogeno, monossido di carbonio, metano ed anidride carbonica) o biocombustibili liquidi (bioetanolo, biodiesel). Altra interessante applicazione in continuo sviluppo delle biomasse vegetali è per la produzione di materie prime per polimeri chimici.

Approfondimenti su: Biomassa vegetale in energia Rinnovabili.

Esprimi un giudizio


Media Voti:1.875 su 5


Numero di voti: 4


Per informazioni specifiche chiedi agli esperti del Social Network

Commenti su Biomassa vegetale