Tariffe di energia elettrica

Loading

"Tariffe di energia elettrica"

Tariffe di energia elettrica


Le tariffe dell'energia elettrica in Italia sono mediamente più alte che nel resto d'Europa. Costa ad esempio, al circa il doppio di quella prodotta in Francia. Un costo così elevato è dovuto all'utilizzo di risorse provenienti dall’estero e molto costose come il petrolio ed il gas naturale, e alla resistenza verso l'uso di fonti considerate ad alto impatto ambientale come il nucleare o la termovalorizzazione. Le tariffe più elevate si riscontrano per consumi oltre i 3540 kwh e questo per incentivare al risparmio energetico. Da diverso tempo il mercato dell’energia elettrica è stato liberalizzato e molte società fanno concorrenza all’Enel che fino a pochi anni fa aveva il monopolio. Queste nuove società fornitrici di energia elettrica offrono tariffe vantaggiose oppure energia prodotta da fonti rinnovabili. Il prezzo dell’energia come lo troviamo in bolletta risulta dalla somma di tre parti: il corrispettivo per l’energia elettrica, i corrispettivi aggiuntivi e le “perdite di rete”. Gli ultimi due costi sono stabiliti dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas AEEG, mentre il corrispettivo per l’energia è stabilito dalla società fornitrice. Tra le più note troviamo Emmepie che prevede un prezzo base di 9,6 cent/kWh bloccato per due anni, Enel E-Light che stabilisce un prezzo base di 9,3 cent/kWh fisso per due anni, Eni che ha una tariffa “Prezzocerto” che va da un prezzo di 10,1 cent a 9,9 cent nel secondo anno. Le aziende distributrici possono inoltre offrire, alla propria clientela per usi domestici, altre opzioni tariffarie in aggiunta alle opzioni base. Spetta ai clienti scegliere, tra le opzioni disponibili, quella che ritengono più conveniente. Approfondimenti su: Tariffe di energia elettrica in energia Elettrica.

Esprimi un giudizio


Media Voti:0 su 5


Numero di voti: 0


Per informazioni specifiche chiedi agli esperti del Social Network

Commenti su Tariffe di energia elettrica